Realizzazione siti ecommerce: gli 11 + 1 elementi fondamentali da tenere in considerazione

Realizzazione siti ecommerce: gli 11 + 1 elementi fondamentali da tenere in considerazione

L’ecommerce in Italia si sta sviluppando sempre di più, con incrementi di fatturato annuo a due cifre ormai da qualche anno (fonte: Casaleggio e associati, Ecommerce in Italia 2020).

Le restrizioni alla circolazione dovute al Coronavirus hanno ulteriormente accelerato la tendenza ad effettuare gli acquisti online senza muoversi da casa.

Molte aziende si sono trovate impreparate di fronte a questo cambiamento nelle abitudini di acquisto degli italiani ed hanno cercato di correre ai ripari in tempi brevi, spesso improvvisando.

Proprio l’improvvisazione è la causa principale del fallimento di molti progetti imprenditoriali; ovviamente la realizzazione di siti ecommerce fa parte di questi.

Cosa fare dunque per progettare correttamente ed avviare un’attività di commercio elettronico limitando i rischi da improvvisazione?

Qui di seguito troverai i 12 punti principali da tenere in considerazione per una corretta impostazione del tuo progetto.

Strategia

Prima di fare il sito, prima di iniziare a vendere occorre capire in quale direzione si vuole andare, quali tipi di clienti si vuole raggiungere (ad esempio locali, nazionali o internazionali, privati o aziende), dove li si vuole raggiungere e come.

La strategia serve anche a capire meglio chi siamo e chi vogliamo diventare illustrando i passi per raggiungere il nostro obiettivo.

Parte fondamentale della strategia è la cosiddetta analisi SWOT, l’analisi dei nostri punti di forza e di debolezza affiancata a quella delle opportunità e delle minacce dell’ambiente esterno. Un’analisi oggettiva dei nostri punti di debolezza potrebbe, ad esempio, farci individuare delle criticità da risolvere prima di tutto e non farci cogliere impreparati.

Conto economico e cash flow

Strettamente collegato alla strategia è il conto economico dell’intera operazione. Quali sono i costi realistici da tenere in considerazione? Quali i ricavi? Come sono composti? In quanto tempo raggiungerò, idealmente, il punto di pareggio dell’intera operazione per cominciare a generare profitti? Quale sarà il flusso finanziario da qui ad un anno? Di quante risorse avrò bisogno ogni mese per far fronte alle spese correnti?

Brand

Secondo l’American Marketing Association il brand è

“un nome, termine, segno, simbolo, o disegno, o una combinazione di questi che mira a identificare i beni o i servizi di un venditore o un gruppo di venditori e a differenziarli da quelli dei concorrenti.”

In pratica occorre lavorare sul proprio marchio affinché le persone ci conoscano, ci riconoscano e si fidino di noi per poi acquistare nel nostro negozio online. E questo diventa un elemento sempre più importante man mano che si passa da una realtà locale (dove è più facile che le persone ci conoscano e si fidino di noi) ad una realtà nazionale o internazionale.

Prodotto

Il prodotto, nella sua accezione più ampia che include anche i servizi, è il mezzo attraverso il quale il tuo negozio online avrà la possibilità di soddisfare il bisogno del tuo cliente.

Il punto di partenza principale è quello di avere in catalogo dei buoni prodotti sia dal punto di vista qualitativo, dell’assortimento, della marginalità e… dell’interesse per i nostri clienti di riferimento.

I prodotti devono essere organizzati in modo da poter essere trovati facilmente dal potenziale cliente oppure essere scoperti in base alla destinazione d’uso in un “percorso” stabilito a priori.

La scheda prodotto deve essere curata evitando i copia/incolla e limitando gli aspetti “tecnici”, a meno che questi siano fondamentali per la scelta.

Contenuti

Per contenuti si intende foto, video, testi e documenti presenti nel nostro sito. A tutti questi elementi dovrà essere prestata la massima attenzione e cura perché saranno loro a parlare per noi al visitatore del nostro sito.

Una foto (o un video) di scarsa qualità con una pessima luce sarà un pessimo biglietto da visita per la tua azienda dando l’impressione di poca cura.

I testi delle schede prodotto o, più semplicemente, quelli che occupano le pagine del sito dovranno parlare di noi, della nostra storia e del perché abbiamo avviato la nostra attività. Dovranno accogliere, intrattenere e, possibilmente, “convertire” un visitatore in cliente conquistando la sua fiducia.

Senza dimenticare, visto che stiamo parlando di un’attività online, l’ottimizzazione di immagini e testi per i motori di ricerca (SEO).

Marketing

Il piano di marketing è un aspetto fondamentale di qualsiasi attività economica, è il documento che illustra il percorso da seguire per ottenere gli obiettivi che ci siamo prefissati.

Occorre innanzitutto fare un’analisi interna aziendale per capire chi siamo, chi vogliamo essere, qual è la nostra proposta di valore, chi sono i nostri concorrenti e chi sono i nostri clienti di riferimento.

Successivamente è necessario dare uno sguardo all’esterno per capire quali sono le tendenze dell’economia, del mercato e della tecnologia in generale per capire se possono esserci delle tendenze di cui tener conto nell’elaborazione della nostra strategia.

Una volta individuato il processo di acquisto online di un potenziale cliente dovranno essere individuati e presidiati tutti i singoli punti di contatto che questo possa avere con la nostra azienda. I punti di contatto sono, ad esempio, il nostro sito, il blog, i nostri canali social, i moduli di contatto, le pagine di atterraggio, le newsletter, contenuti su siti esterni al nostro.

Ultima, ma non per importanza, è la misurazione ed analisi dei dati relativi a tutte le nostre attività in modo da poterne capire l’efficacia ed elaborare delle azioni correttive.

Tecnologia

L’analisi della tecnologia a nostra disposizione è importante sia per far sì che la nostra strategia funzioni sia per prevedere eventuali investimenti per l’introduzione di nuovi strumenti o l’aggiornamento di quelli esistenti.

Come voglio fare il sito? Voglio sviluppare una soluzione proprietaria oppure appoggiarmi a servizi esterni come Shopify e Amazon?

Ho bisogno dello sviluppo di un’app? La realtà aumentata potrebbe essermi utile? Un bot potrebbe essermi di aiuto nella gestione delle domande più ricorrenti sul sito o sui social?

Assistenza clienti

L’assistenza clienti è uno dei punti che spesso fa la differenza tra un ecommerce di successo ed uno fallimentare.

Hai le risorse adatte per svolgere questo compito? Sono sufficientemente formate a gestire le criticità? È facilmente contattabile (telefono, email, modulo contatti)? Le risposte sono veloci? Esistono delle procedure per risolvere allo stesso modo problemi uguali? Le politiche di reso sono chiare? L’eventuale bot che utilizzi comprende bene le richieste dei clienti? Viene considerato utile?

Il servizio di assistenza clienti è il volto dell’azienda verso l’esterno, è l’elemento che può fare la differenza tra un cliente soddisfatto ed uno insoddisfatto. Allo stesso modo di una commessa gentile o scontrosa quando si entra in un negozio.

E non dimenticare il potere del passaparola negativo.

Logistica

Altro nodo cruciale per un’attività di vendita online è la logistica, la capacità di far arrivare i prodotti giusti, nei tempi indicati, ad un costo possibilmente contenuto.

Gli aspetti da considerare sono diversi: la capienza del magazzino, la gestione degli ordini, l’aggiornamento dello stock in tempo reale, il packaging, accordi con gli spedizionieri per far ritirare la merce a giorni ed orari prefissati, la gestione ed i costi dei resi.

Da considerare anche la scelta tra un magazzino di proprietà ed uno condiviso.

Pagamenti

Le modalità di pagamento devono essere considerate in base all’affidabilità, al costo e alle esigenze dei clienti.

Solitamente si fa riferimento a piattaforme tipo Stripe o Paypal a meno che si voglia scegliere soluzioni alternative proposte dalla propria banca.

Altre modalità di pagamento possono essere il bonifico bancario (con spedizione effettuata solamente alla ricevuta del denaro sul conto corrente per evitare raggiri) oppure in contrassegno che, purtroppo, rimane una modalità piuttosto richiesta.

Legale

La parte legale comprende i termini e le condizioni di vendita, la politica dei resi, la politica della privacy e quella dei cookies.

Al fine di evitare qualsiasi problema con i clienti, occorre sempre mettere in chiaro quali siano le “regole” per acquistare sul vostro negozio online, evitando così possibili incomprensioni.

Per ciò che riguarda invece la privacy ed i cookies è necessario fare le cose per bene affinché si evitino multe salate.

La politica della privacy non è fatta solamente di un testo più o meno standard scritto nell’apposita pagina, si tratta invece di una vera strutturazione aziendale per la gestione dei dati personali dei clienti.

Stessa cosa per i cookies per i quali non basta quel fastidioso messaggio sul sito per essere in regola. Sapevi, ad esempio, che i cookies vanno tutti disattivati a priori ad eccezione di quelli funzionali all’utilizzo del sito?

Passione

L’anima di un qualsiasi progetto imprenditoriale è la passione per ciò che si fa, un negozio online non è ovviamente da meno. Avere passione significa non essere mai stanchi di imparare e migliorarsi, arrivare a fine giornata stanchi ma soddisfatti per ciò che si è fatto. È il motore principale di tutta l’attività.


Cosa ne pensi? Ci sono altri elementi che andrebbero considerati? Fammelo sapere nei commenti, sarò felice di discuterne con te.


Vuoi capire se un progetto di commercio elettronico possa fare per te? Hai dei dubbi?

Condividi su:

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.